La Cgil: «Contrari ai nidi Farmacap»

La Cgil contro la gestione degli asili nido da parte del Campidoglio. In un comunicato congiunto le segreterie di Cgil e Fp Cgil di Roma e Lazio ce l’hanno in particolare contro «alcune delle modalità di gestione recentemente annunciate: parliamo di una quota di nidi, operativi in strutture del Comune di Roma, che sono in corso di affidamento alla Farmacap, che li gestirebbe con proprio personale». Modalità che gettano parecchie ombre sull’«apprezzamento generale per i risultati ottenuti su questo versante, cui abbiamo contribuito con vari accordi (quota del 15 per cento, articolazioni orarie del personale)». «Siamo nettamente contrari - spiegano i sindacati - per diversi ordini di motivi. Innanzitutto, perché si organizzano nidi comunali, tramite il contributo di una azienda esterna all’ente, la cui applicazione contrattuale non è sicuramente assimilabile a quella delle autonomie locali, amplificando quegli elementi di diversificazione (diversi contratti e diverso salario per operatori che agiscono per medesime prestazioni e strutture) su cui siamo in disaccordo. Inoltre, viene disatteso l’impegno precedentemente preso dall’amministrazione con il quale, pur in presenza dell’impossibilità attuale a rispondere alle aperture di nuovi nidi con personale di ruolo, si attivavano incarichi annuali tramite le graduatorie del personale “precario”: la decisione dell’affidamento a Farmacap rompe questo impegno e mette, peraltro, in una condizione di enorme difficoltà quelle educatrici che, avendo a suo tempo optato per quella collocazione, si trovano ora a dover scegliere soluzioni di ripiego, per esclusiva responsabilità dell’amministrazione comunale».