Cgil: "In due mesi 560mila lavoratori in cassaintegrazione"

Il dato è contenuto nell’ultimo rapporto a cura dell’Osservatorio della Cgil sulla Cig. "La realtà è peggio dell'immaginazione". Particolarmente colpiti i settori industria, commercio ed edilizia

Roma - Più di 560 mila lavoratori in Cassa integrazione nei soli primi due mesi dell’anno. È quanto emerge dall’ultimo rapporto a cura dell’Osservatorio della Cgil sulla Cig del Dipartimento settori produttivi, in cui si sottolinea che "la realtà è peggio della immaginazione". In particolare, sono oltre 483.000 mila i lavoratori coinvolti nei mesi di gennaio e febbraio dai processi di Cassa integrazione nei settori industria, commercio ed edilizia, in Italia. A questi vanno aggiunti i lavoratori interessati dalla Cig in deroga, stimabili in non meno di 80 mila unità; per un totale di oltre 563.000 lavoratori.