La Cgil prende in ostaggio Padoa-Schioppa

La protesta contro la Finanziaria arriva fino alle porte del ministro che l’ha concepita. Così ieri un corteo di dipendenti ministeriali ha percorso i corridoi del palazzo di via XX Settembre arrivando fino alle porte di Padoa-Schioppa rendendogli - secondo una nota della Cgil - «temporaneamente impossibile l’uscita dal ministero». In pratica: per qualche minuto il ministro è rimasto prigioniero nelle sue stanze, e questo non era mai successo. All’origine della manifestazione, il taglio della Finanziaria di 450 milioni del fondo destinato alla produttività dei dipendenti del ministero.