La Cgil può giocare il jolly: Prodi

E se la Cgil giocasse il jolly e puntasse su Romano Prodi (nella foto)? L’azzardo è di Italia oggi che leggerebbe in questa chiave la presentazione odierna di un libro pubblicato da Ediesse, casa editrice vicina alla Camera del lavoro, dal titolo «Ripartire da Prodi. Andare oltre la sconfitta». Dietro la manovra, ovvero il manovratore di tutto sembrerebbe essere quel Guglielmo Epifani, attuale numero uno del sindacato confederato che scalpiterebbe per «scendere in campo», convinto di poter sbaragliare in men che non si dica il segretario del Pd, Walter Veltroni. A festeggiare il volume un parterre du roi della gauche nostrana: Alfiero Grandi, uno dei collaboratori più stretti e influenti di Visco all’Economia, Fausto Bertinotti, Alberto Asor Rosa e Arturo Parisi.