Chailly e la Filarmonica in Irlanda e Regno Unito

La Filarmonica della Scala intensifica il suo impegno internazionale: un mese dopo i concerti di Mosca e Berlino diretti da Myung-Whun Chung, ha debuttato ieri sera a Dublino nella National Concert Hall (sala da 1200 posti, costruita nel 1981) sotto la bacchetta di Riccardo Chailly, prima tappa di una tournée di quattro giorni che tocca alcune delle più prestigiose sale d’oltremanica.
Chailly e la Filarmonica saranno il 12 a Birmingham (nella sala della City of Birmingham, l’orchestra portata alla ribalta da sir Simon Rattle), il 13 a Manchester (sede della BBC Philharmonic diretta da Noseda) e il 14 a Cardiff, la capitale del Galles.
I programmi accostano il più classico repertorio sinfonico italiano (La gazza ladra, Pini di Roma) ai colori spettacolari de L’uccello di fuoco di Stravinskij (nella versione 1910): una scelta che richiede grande impegno strumentale ed un notevole organico. A Manchester Freddy Kempf interpreterà invece il Concerto di Grieg.
Questa sera l’orchestra sarà a Birmingham alla Symphony Hall, una delle migliori sale da concerto del mondo. Costruita nel 1991 (l’organo da 6.000 canne è del 2001), la sala può ospitare 2.262 spettatori e resta all’avanguardia dal punto di vista tecnico: un grande pannello mobile sospeso sopra l’orchestra permette di modificare l’acustica della sala in base al numero degli esecutori. Il primo festival musicale fu fondato nel 1768 e assunse forma stabile nel 1834 con la costruzione della Town Hall.