Champions: in campo Barcellona e Chelsea

La prima delle due semifinali di Champions si gioca al Nou Camp di Barcellona, dove arrivano gli inglesi di Hiddink. Tutti si aspettano gol e spettacolo. Domani l'altra supersfida: Manchester United-Arsenal

Due club londinesi contro la coppa vietata, quella che la capitale inglese non ha mai vinto. È questo il motivo delle due semifinali di Champions League in programma da stasera. Si apre al Nou Camp, dove il Barcellona attende la visita del Chelsea. Guardiola promette spettacolo. «Non possiamo cambiare la nostra filosofia di gioco – le parole del tecnico catalano -. Contro il Cheslea sarà una grande occasione per mostrare al mondo il nostro calcio».

Nessun indisponibile tra i catalani che confermano il tridente con Eto'o al centro, sostenuto da Messi e Henry. Decisamente più prudente Hiddink che spera in un pari (con gol). Tra i Blues, giustizieri della Juventus negli ottavi, mancherà lo squalificato Cole: dirottato sulla sinistra Bosingwa con Ivanovic confermato a destra. Dal suo arrivo sulla panchina dello Stamford Bridge, lo scorso febbraio, Hiddink ha perso una sola volta, conquistando anche la finale di Fa Cup.

Ancora primo in Premiership, il Manchester United, secondo favorito per la vittoria finale - secondo i bookmakers - dietro il Barça, ospita domani l’Arsenal. Ronaldo è tornato a segnare con regolarità e in campionato guida la classifica marcatori con 17 reti. All’appello di Ferguson mancano solo i gol di Berbatov, perché anche Rooney sta meglio. Decisamente più affollata l'infermeria dell'Arsenal, che pure in campionato non perde da 20 giornate. Wenger deve rinunciare a Van Persie e Clichy infortunati. Ma punta tutto sul gioco. «La nostra filosofia è una sola, anche a Manchester giocheremo per vincere», la promessa del tecnico francese.