Champions, Roma incorona il Barcellona: 2 a 0 sul Manchester

Trionfa il Barca nella notte delle stelle del calcio europeo: Etòo e Messi firmano il successo sui Red Devils. Guardiola: &quot;La dedico a Maldini&quot;. Berlusconi: &quot;Bella partita, il Barca ha meritato&quot;. <a href="/a.pic1?ID=354424" target="_blank"><strong>Una notte &quot;regale&quot;</strong></a>

Roma -  Trionfa il Barca nella notte delle stelle del calcio per club: prima Etòo poi Messi firmano il successo dei "blugrana" sul Manchester che esce battuto nella finalissima di Champions all'Olimpico. E' la terza Champions vinta dal Barcellona, una delle vittorie più belle per la squadra catalana.

I gol Al 10' del primo tempo Iniesta si insinua per vie centrali, supera un paio di avversari e apre a Etòo che con una finta di corpo fa secco Vidic, entra in area e trafigge Van der Sar , Al 25' del secondo tempo il raddoppio che spiana la strada al trionfo del Barcellona: lungo lancio dalle retrovie di Xavi, Messi si alza e lancia surplace Ferdinad e di testa trova la porta per un 2-0 che pesa come un macigno.

Guardiola: la dedico a Maldini "Dedico questa Champions al calcio italiano e a Paolo Maldini, che non si preoccupi perché ha l'ammirazione di tutta l'Europa". E' il primo pensiero del tecnico del Barcellona, Pep Guardiola, dopo aver vinto la Champions League. "La gioia è grande - ha aggiunto Guardiola ai microfoni di Rai Sport - è stato un piacere vincerla a Roma , un abbraccio a tutti gli italiani".

Berlusconi: "Bella partita, bene il Barca" "E' stata una bellissima partita, e il Barcellona ha meritato di vincere": il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, in tribuna d'onore, fa i suoi complimenti alla vincitrice della Champions. Complimenti che il premier ha fatto di persona a Pep Guardiola con un 'bravissimo' detto quando il tecnico dei catalani è sfilato in tribuna d'onore per la consegna della medaglia. Al passaggio di Cristiano Ronaldo, Berlusconi aveva invece salutato il campione del Manchester accostando il suo volto a quello del giocatore, come a sussurargli qualcosa.

Zapatero: "Un anno fantastico" E' stato un "anno fantastico" per lo sport spagnolo, che con il calcio è al top: "Io sono del Barcellona e sono contentissimo". Nel dopo partita il premier spagnolo José Luis Zapatero è visibilmente emozionato. "Messi è stato straordinario - ha aggiunto ai microfoni di Sky - ha fatto un gol di testa e con la sua altezza é una cosa straordinaria. Ma sono stati straordinari anche altri come Iniesta e Xavi. L'importante è che il Barcellona abbia vinto. Messi sarà sicuramente il pallone d'oro".

A Roma esplode la movida Un'esplosione, un unico grido all'unisono dai locali del centro storico di Roma: "Barca campeon" al triplice fischio finale che ha assegnato la coppa della Champions League ai catalani, la gioia delle migliaia di tifosi blaugrana si è riversata nelle strade e nelle piazze. Via del Corso, Piazza Venezia, Fontana di Trevi sono state invase dalle sciarpe e dalle bandiere dei neo campioni d'Europa. I cori sono tutti per i due eroi della serata, Etòo e Messi, le cui due reti hanno valso la coppa agli iberici. "Lo sapevamo che avrebbero segnato loro", affermano felici due giovani con le maglie dei loro idoli. Molti i cori di scherno contro i tifosi avversari, che a testa bassa hanno abbandonato i pub seguiti dal grido "saluta el campeon". Tantissime anche le ragazze che con visi dipinti con i colori della loro maglia del cuore hanno intonato spesso i cori più scalmanati. A decine chiamano al telefonino gli amici in patria o allo stadio e esultano con gli occhi illuminati dalla gioia. La festa è tutta per gli spagnoli: qualcuno, in omaggio alla città che li ha ospitati ha intonato, in italiano, "siamo campioni d'Europa".

La delusione inglese: ma non ci arrendiamo Tristezza e poca voglia di parlare: i tifosi del Manchester United lasciando lo stadio delusi. "Sì, la delusione è forte, ma il Barcellona ha meritato - racconta Andrew, mentre sale a bordo del pullman che lo riporterà a Fiumicino - E' stata comunque una grande serata". La gran parte dei tifosi del Manchester salirà a bordo di mezzi messi a disposizione dall'Atac, l'azienda del trasporto pubblico capitolino, che li riporterà in piazza delle Canestre a Villa Borghese da dove sono giunti questo pomeriggio per assistere alla partita. Intanto a Fergiefields, l'area a Tor di Quinto, dove quattro mila tifosi inglesi senza biglietto hanno assistito alla finale di Champions, la rabbia di sfoga contro il maxi schermo bersaglio di lattine e bicchieri. Subito dopo il fischio finale molti tifosi si sono riversati fuori dalla struttura cantando, con le birre in mano, "non moriremo mai". Lungo la strada a Viale di Tor di Quinto, verso lo stadio Olimpico, alcuni tifosi hanno incendiato un cartellone pubblicitario. La tensione è salita dopo il secondo goal del Barcellona e a nulla sono valsi gli inviti alla calma dai microfoni dello staff della sicurezza.