Ma è Charlotte la più bella del reame

MontecarloLe campane hanno suonato a festa, gli yacht pure. Il Principato di Monaco ha la sua nuova Principessa, S.A.S. Charlene Grimaldi dopo il «oui» con rito civile ha sposato ieri, in un pomeriggio uggioso per il caldo e l'afa, il Principe Alberto II. Chissà al di là dei pettegolezzi veri o presunti tali, dell'agitazione e dell'emozione prima e durante l'evento, se il Principato di Monaco è riuscito a voltare pagina aprendo un nuovo capitolo della saga dei Grimaldi. Charlène indubbiamente era bella ed elegante nel suo abito bianco impreziosito da Swarovsky e perle firmato dal nostro stilista Giorgio Armani, accompagnato dalla nipote Roberta. La principessa era eterea con il velo che le copriva il viso e uno strascico di circa 20 metri mentre sfilava sul tapis rouge al braccio del padre Mike alquanto emozionato. Era bella e perfetta, ma a volte con il viso come paralizzato dal peso degli eventi, mentre è capitato di vederla molto più naturale e serena quando torna se stessa, quando per esempio sorride spensierata ai concerti. Per la cronaca: Alberto e Charlène si sono poi scambiati gli anelli intorno alle 17.30 lui le ha fatto l’occhiolino quasi come un rituale d'intesa ripetuto dopo il Matrimonio Civile. Poi la tradizionale consegna del bouquet nuziale alla Santa Devota Patrona di Monaco, cosi come aveva fatto la Principessa Grace e qui il colpo di scena: Charlène al braccio del Principe Alberto II è scoppiata a piangere, finalmente un pianto che ci è apparso liberatorio facendola tornare Charlène basta. L’abbiamo amata di più o forse l'abbiamo compresa meglio. I fuochi d'artificio che nel Principato sono sempre hollywoodiani, ci siano o no le Principesse hanno fatto il resto illuminando la notte monegasca, traghettandoci fino all'alba chissà di un nuovo corso o di un nuovo capitolo. Certo la discendenza già incalza: Charlotte figlia della Principessa Carolina era bellissima, la più bella del reame si potrebbe parafrasare con il vestito rosa pallido reso più originale da un fiocco nero con il capo ornato da fiorellini, ma anche la figlia maggiore di Stephanie in abito azzurro di Chanel volutamente poco presente alle occasioni ufficiali ha debuttato egregiamente in società. Tra le altre ospiti, quasi tutte vestite con colori pastello, quella che ha osato di più l'attrice francese Clotilde Coureau moglie di Emanuele Filiberto fasciata in un abito rosso con tacchi vertiginosi, mentre Naomi Campbell abituata a passerelle importanti ci apparsa la copia più scialba della pantera dei tempi migliori, invece contraddistinta dal fascino senza tempo, l'ex Top Model Ines de la Fressange.