La chat line val bene una risata

Il sesso scorretto, gli appuntamenti al buio e le chat line? Non sono più una novità, nemmeno a teatro perché in questi tempi dove la realtà supera di gran lunga la fantasia, un canovaccio così imbastito funziona se a farla da protagonista è il paradosso. Come? «Mescolando i generi, trattando sempre l’argomento in maniera pulita, senza pensare di sconvolgere il pubblico, semmai di divertirlo». Ne è convinto Claudio Insegno, autore dello spettacolo Ancora una volta… Sessualmente scorretti, un copione bizzarro ispirato dai racconti dei ventenni di oggi che, scandito dal meccanismo esilarante della farsa, debutta oggi al Colosseo Nuovo Teatro (fino al 21 dicembre). Interpretata da Marta Altinier, Luca Datti, Tony D’Elia, Claudia Ferri, Simone Fucci e Enrico Gimelli la commedia innescata da un’affettuosa amicizia nata in chat line e deflagrata nel classico incontro al buio con sorpresa, è arricchita dalla partecipazione straordinaria - in video - degli attori Pino Insegno, Sandra Milo, Eva Robin’s, Vincenzo Crocitti, della cantante Rossana Casale e dell’astrologo Paolo Fox. Volti noti che giocano un ruolo diverso: «non recitano loro stessi. La Milo fa la mamma di uno dei protagonisti, Rossana Casale veste i panni di una presentatrice di una tivù sfigata e mio fratello Pino - ride sotto i baffi Claudio Insegno - è uno che telefona a una maga per conoscere il suo futuro e quando scopre che il suo è funereo… si suicida». Scherzi a parte, il bello della messa in scena è l’interazione del mondo del fantastico con la realtà di questi tempi, confusi e «scorretti», in cui trascorrere troppo tempo a chattare on line può cambiarti la vita.