Che cosa rischia il Milan domani a Firenze?

Domani, contro la Fiorentina di Gilardino (foto 9) , il Milan non si gioca solo un banale piazzamento: secondo, terzo, o quarto (può anche succedere se i rossoneri finissero a pari punti con Juve e Fiorentina e scattasse la classifica avulsa). Arrivare secondo o terzo significa accedere direttamente alla fase principale della Champions, con benefici legati alle percentuali sui punti realizzati nel girone iniziale. Dopo la riforma Platini, il quarto classificato deve sottoporsi a un turno preliminare molto più impegnativo. Non solo. Ma significa anticipare di altri dieci giorni la conclusione delle vacanze e l'inizio della preparazione «pestando» i piedi al riposo necessario per gli azzurri reduci dal in Sud Africa. È vero che nel 2003 e nel 2007, le due Champions dell'era Ancelotti furono conquistate partendo dal turno preliminare, ma non sempre le ciambelle riescono col buco.