Che cosa sono i diritti di traffico

Il diritto di traffico è il diritto a raggiungere dall’Italia una certa destinazione. Dove non esiste libertà di collegamento per le compagnie italiane (Europa e Stati Uniti), i diritti sono regolati da trattati bilaterali tra i governi. Il singolo governo designa, quindi, il vettore che potrà operare il volo in nome e per conto del Paese: da qui viene, detto per inciso, l’espressione di «compagnia di bandiera». Solo la compagnia designata può operare, con l’esclusione degli altri operatori; tale protezione si spiega con gli investimenti che questa è spinta a fare nell’ambito di un interesse pubblico. Poiché il diritto di traffico appartiene al governo, quando una compagnia «designata» non esercita tali diritti, il governo può designare altre compagnie nazionali che ne facciano richiesta.