Che fine faranno i parchi di Nervi?

Fra i tanti temi (sicurezza, legalità, ordine, igiene pubblica, riqualificazione dell'ambiente, viabilità, accattonaggio, abusivismo straniero) al centro della campagna elettorale per la municipalità di Levante, abbiamo posto quello della sporcizia e del degrado del Parco di Nervi.
Coerentemente a questa impostazione programmatica il consigliere comunale della Lista Biasotti Franco De Benedictis ha presentato un'interpellanza al sindaco di Genova per denunciare la carenza di manutenzione, di vigilanza, di pulizia del Parco che per la rilevanza politica che riveste la segnaliamo ai nostri elettori, ai cittadini della circoscrizione e ai lettori del nostro Giornale.
Principalmente il nostro consigliere, d'intesa con i nostri consiglieri della Municipalità di Levante, ha posto in evidenza la carenza di segnaletica, di richiamo delle norme di regolamentazione di utilizzazione del Parco e relative sanzioni per i trasgressori, l'assoluta assenza di sorveglianza da parte della Polizia municipale, i bivacchi nelle aree verdi e la loro utilizzazione per le partite di calcio, le scorrerie di cani senza museruole nelle aiuole, di alberi tagliati e non trapiantati, impianti idrici fuori uso, mancanza di servizi igienici, la mutazione zoologica dei simpatici scoiattoli in colonie di topi.
Restando in attesa degli interventi urgentemente richiesti, il consigliere Franco De Benedictis si è assunto l'impegno di seguire personalmente l'evoluzione di questa vicenda nelle sedi istituzionali per la riqualificazione del parco che ha storicamente rappresentato il biglietto da visita della delegazione nerviese e il suo prestigio paesaggistico.
(Staff Lista Biasotti)