Che idea: una Fontana di Trevi arlecchino

Tingere un giorno a settimana l’acqua della Fontana di Trevi con un colore diverso, utilizzando pigmenti innocui per il monumento, diverrebbe un’attrattiva per i turisti. L’idea arriva dal presidente del Codacons Carlo Rienzi, che ieri è intervenuto sul tema. «Il vero danno per la fontana è rappresentato dai metalli tossici delle monetine che a migliaia, quotidianamente, vengono gettate nell’acqua - ha spiegato il presidente Rienzi - oltre alle immondizie e cartacce che si accumulano attorno al monumento. Un colorante non dannoso, al contrario, non solo non danneggerebbe i preziosi marmi ma potrebbe rappresentare ogni settimana un evento per i turisti che visitano la città».