Che intensi duetti da Sinatra a Brown

«James Brown è l’artista che più mette alla prova le mie capacità», disse Pavarotti. Così nel cd e dvd Pavarotti: The Duets, che esce in occasione del concerto di Petra, si apprezza in note ed immagini la compostezza vocale del tenore a confronto con la cruda irruenza di Brown nell’inno razziale It’s a Man’s Man’s Man’s World. Ovvero la realtà di due mondi così diversi si compenetra per la prima volta alla perfezione. È l’incontro più «strano» di questo intenso cd, dove ora Pavarotti porta sui suoi territori personaggi come Sting (Panis angelicus), Eric Clapton (Holy Mother), Sheryl Crow (Là ci darem la mano), ora si lancia sui territori del pop rock rubando la scena a Elton John (Live Like Horses), Bono (Miss Sarajevo), ora si confronta con Sinatra nella splendida My Way. Sfiorando ogni genere con rara e veemente flessibilità, Pavarotti e i suoi amici si divertono celebrando la globalità del belcanto.