«Ma che noia ascoltare quelli che si lamentano»

E poi ci sono i frustrati, «che a Milano sembrano rappresentare la maggioranza, quasi che questa città ne produca in quantità industriale». Si lamentano dei loro problemi - «quasi li avessero solo loro» - del traffico e del percorso scelto dal taxista. Il segreto di Raffaella per evitare quest’ultima lamentela? «Aver studiato filosofia: mi ha aperto la mente, mi ha insegnato il metodo per imparare e quindi anche per orientarmi in questo groviglio di vie». Altro che navigatore, «quello è utile certo, ma per conoscere la città serve il metodo».