«È uno che non si volta mai dall’altra parte»

«The King» li ha fotografati decine di volte, sorprendendoli spesso in situazioni imbarazzanti. Nonostante questo, tutti gli esponenti politici della capitale stimano e provano grande affetto per il paparazzo romano per eccellenza. Lo hanno dimostrato anche ieri, alla notizia del pestaggio, dando vita a una vera e propria gara di solidarietà. «A Rino Barillari, caro amico e protagonista di un gesto coraggioso e altruista, vanno i miei migliori auguri di pronta guarigione, insieme a un commosso ringraziamento - ha dichiarato il sindaco Gianni Alemanno -. In un esecrabile episodio di violenza si è comportato da cittadino modello, sottraendo alle percosse la giovane incolpevole e facendo arrestare l’aggressore».
«Esprimo la mia personale vicinanza e quella della Provincia - ha fatto eco il presidente Nicola Zingaretti -. Gli rivolgo un grande “in bocca al lupo” per una pronta guarigione perché abbiamo tutti bisogno della professionalità e della passione di Barillari per leggere la cronaca della nostra città e dell’Italia. Non si è tirato indietro di fronte a un vile atto di prepotenza e di sopruso, dimostrando, nonostante i rischi, ancora una volta il suo altruismo». «Ha confermato ancora una volta d’essere un grande uomo - ha commentato il deputato del Pd, Enrico Gasbarra - a lui va il ringraziamento di tutti noi, dei romani per il senso civico, l’esempio, la generosità dimostrati anche in una situazione di pericolo».
Elogi e complimenti anche dal vicesindaco, Mauro Cutrufo: «Barillari è un maestro della fotografia romana e un amico personale, andrò a trovarlo in clinica non solo per accertarmi delle sue condizioni ma anche per conoscere i fatti». «Caro Rino, ti esprimo la mia solidarietà e la mia amicizia maturata nei lunghi anni di lavoro comune al Messaggero - ha detto invece il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti -Ti auguro di tornare al più presto alla tua attività di “King of Paparazzi”». Il presidente della Regione Piero Marrazzo, ieri lo ha sentito telefonicamente. «È un re anche nella vita di tutti i giorni perché non si volta mai dall’altra parte».
Allo sfortunato collega Rino Barillari giungano affettuosi auguri di pronta guarigione anche dalla romana de «Il Giornale».