«Che onore la sua stima»

La sorpresa della cantante: «Le sue parole sono una gioia infinita»

da Milano

«Mamma mia che onore ricevere un complimento così». Niente da fare, è proprio il momento di Elisa. Prima in classifica, è riuscita a duettare con Ligabue senza farsene oscurare. E ieri, a bruciapelo, ha incassato i complimenti di Milva, che vive su di un altro pianeta rispetto al suo e mai, una volta, si sarebbe sbilanciata così per una cantante aliena (al suo mondo, s’intende, fatto di Brecht, lirica e canto letterario). «È l’artista giovane che stimo di più», ha detto. E così Elisa, che domani sarà sul palco del Forum di Milano con uno spettacolo a metà tra il gospel e il rock, ha ricambiato: «Milva è una grande interprete. Non la conosco personalmente, anche se siamo quasi conterranee». A farle incrociare è stato Giovanni Sollima, per il quale Elisa ha portato in scena Ellis Island. «Mi ha dato enormi soddisfazioni - spiega - perché mi ha fatto vivere emozioni così forti che è difficile riassumere in due parole. Ho interpretato un testo teatrale. E ricevere i complimenti da lei, che ha fatto molto teatro di altissimo livello, quello di Brecht su tutti, è una gioia infinita».