«Che ordine per le strade»

Milano d'agosto è proprietà riservata dei turisti. Pochi gli italiani, pochissimi i milanesi in giro: in piazza Duomo si scorgono solo pantaloncini corti, macchine fotografiche e volti paonazzi. Siamo andati a sentire cosa i temporanei padroni di Milano pensano della città alla cui visita quasi tutti dedicano solo una giornata. Peccato. «Resto qui in Italia fino al 13 e nel mese di luglio sono stato sul Lago Maggiore: un posto splendido, pieno di pace e di natura - racconta
Francis Payo, 31enne dall'aria simpatica -. Qui le città sono così diverse dalle Filippine: c'è più ordine e pulizia, soprattutto se si visitano i piccoli centri. Milano? È una grande città». Poche battute: Francis Payo si guarda in giro e scorge subito dei suoi connazionali, residenti da tempo in Italia, con cui ha organizzato un incontro, davanti a un bel gelato.