Che ridere i consigli di Bassolino

Nonostante sia in corso un processo che lo vede imputato per le presunte irregolarità nell’attività di smaltimento dei rifiuti in Campania che portarono all’emergenza di tre anni fa, l’ex governatore Antonio Bassolino non disdegna di pontificare sui rimedi da adottare per ripulire oggi Napoli dalla monnezza. Per l’imputato eccellente «già oggi la situazione appare ed è più grave del 2008». Evidentemente Bassolino ha dimenticato che all’epoca in cui era lui il «numero uno» a Palazzo Santa Lucia nelle strade della Campania si trovavano oltre duecentomila tonnellate di monnezza, che il governo Berlusconi riuscì a far sparire. La parlamentare Pdl Nunzia De Girolamo ha invitato Bassolino «a passarsi una mano sulla coscienza perché l’immagine negativa di Napoli sepolta dai rifiuti, finita sui giornali di tutto il mondo, l’ha provocata lui». Ironizza infine l’onorevole Pdl Paolo Russo: «Bassolino è il più grande esperto di rifiuti avendo determinato in Campania un disastro colossale che si studia nelle università come modello da evitare».