«Che spreco le auto blu con quei soldi costruiamo due villaggi in Africa»

Non è un ricatto, ma ci assomiglia. «Se non saranno approvato le nostre due mozioni, voteremo contro il bilancio». La portavoce nazionale della Destra, Daniela Santanchè, è categorica. Il suo partito, rappresentato in aula dalla consigliera Barbara Ciabò, chiede al sindaco di emanare due ordinanze: con la prima, «stabilisca, come a Cittadella, che la residenza a comunitari ed extracomunitari sia concessa solo in presenza di un reddito minimo e di idonea residenza, adeguatamente certificati». Con la seconda ordinanza, prosegue la Santanchè, «il sindaco vieti in città il campeggio e la sosta di camper che non siano in possesso di una regolare autorizzazione e al di fuori dei campeggi regolari». Nei confronti della giunta Moratti, precisa, «abbiamo le mani libere, ad oggi non abbiamo avuto tavoli politici con il sindaco e non abbiamo assessori, per cui non ci sentiamo particolari alleati di Letizia Moratti». Barbara Ciabò ha presentato sette emendamenti al Bilancio di previsione 2008, su cui è iniziata ieri la discussione in aula. Sottraendo risorse in particolare al settore Arredo urbano e Salute (rappresentati in giunta da assessori di An) gli emendamenti destinano maggiori risorse a case popolari (2,5 milioni per la gestione diretta degli ascensori), minori (trasporto degli alunni, tutela delle vittime di violenza e bullismo), famiglia (assicurazione a lavoratori atipici che facciano un mutuo) e sicurezza (1,5 milioni). Contro l’Ecopass invece la Destra prepara presidi per il 2 o il 7 gennaio.