Che suspense nell’ascensore con quella bomba innescata

Riprese con macchina digitale, un solo effetto speciale, sempre digitale (un'esplosione, per l'appunto al piano 17 del titolo), il resto affidato al caro vecchio make up, per raccontare sangue (parecchio), tensione (molta) e una storia che, con il suddetto budget al risparmio, fa decisamente centro. È Piano 17 dei Manetti brothers, Antonio e Marco, due ex giovanotti con tante idee in zucca e un bel po' di amici attori disposti ad accettare la paga sindacale per tuffarsi in una crime story di puro entertainment. A spiccare su tutti Massimo Ghini boss criminale privo di sorriso ma satollo di carisma. È lui a guidare una banda di rapinatori provetti, giunti all'ultima tragica impresa in una banca: morendo, il capo lascia un'aspra resa dei conti tra i sodali Mancini (Giampaolo Morelli), il bandito buono, e Pittana (Enrico Silvestrin, sorprendente nel ruolo di malvagio). Ne nasce un complotto mozzafiato per buona parte inscenato in 2 mq: la superficie di un ascensore. Lì dentro, tre persone e una bomba pronta a esplodere. Anzi, a ben vedere le bombe sono due, una è sexy ed è l'attrice Elisabetta Rocchetti. Il dvd offre sottotitoli italiani e inglesi, commento audio al film, backstage vari, un trailer.

PIANO 17 - Mondo H. E. - Euro 16