Checco: prendo per i fondelli Vendola, Al Bano e pure Saviano

Checco Zalone è una delle scommesse su cui punta Canale 5 per la stagione che sta per cominciare. Il bravissimo comico, lanciato da Zelig, torna a Mediaset (dal 24 novembre su Canale 5) con uno show tutto suo ripreso dallo spettacolo teatrale che da oggi porterà in giro per i teatri italiani intitolato Resto umile world tour. «Ho chiesto di mantenere bassi i prezzi dei biglietti - dice in un’intervista al settimanale Oggi -. Dai 40 euro in giù. A Bari, poi, dove ci hanno messo a disposizione gratis lo stadio delle Vittorie, il prezzo andrà da 15 a 30 euro. Farò la caricatura di personaggi collaudati e nuovi. Ci sarà Nichi Vendola, stile Jesus Christ Superstar, che scambia l’operaio italiano di un cantiere per un fratello musulmano. Ci sarà Al Bano che insiste con la storia delle sue origini povere, Cassano con la sua svolta familiare: dalle 600 donne a cambiare i pannolini del pupo. Ci sarà perfino Roberto Saviano, l’autore di Gomorra, a cui la Camorra impedisce di avere rapporti con le donne ed è costretto a spiare la sua scorta. Ha notato quanto gli assomiglio fisicamente?».
Il comico racconta anche il suo prossimo film che uscirà nel 2012. «Sarà una satira sui ricconi. Un cafoncello, io, che cerca di diventare imprenditore e viene a contatto con un mondo talvolta volgare o paradossale, quello che ho visto in certi salotti. Come la signora che dà feste di beneficenza per chi muore di fame sfoggiando brillanti da capogiro». «Il problema - aggiunge - è il risultato strepitoso di Che bella giornata. Farà sembrare un flop qualsiasi buon risultato successivo. A volte penso che sbancare al botteghino subito è stato un po’ una fregatura. Come faccio a mantenermi all’altezza? Che ansia!».