Lo chef «ragazzino» che dipinge i piatti

Lo so che non è più Liguria, nemmeno dove la Toscana profuma ancora di Liguria. Lo so che l’aria è diversa, che la gente è diversa, che il turismo è diverso. Nel bene o nel male, questione di gusti. Comunque, la Versilia è un’altra storia.
Eppure, anche se la Versilia è un’altra storia, devo dirvelo. Tenermi questo indirizzo per me, sarebbe un atto di egoismo assurdo e sbagliato. E quindi devo assolutamente condividerlo. Perchè ho incontrato il futuro della ristorazione e ho avuto la fortuna di assaggiarlo. E credo che il passaparola, in casi come questi, sia quasi un dovere civile, un imperativo kantiano.
L’indirizzo è una terrazza viareggina (...)