Chelsea, anche Anelka contro Scolari

L’attaccante, furioso per la terza esclusione consecutiva, sbotta contro il tecnico. Ultimatum di Abramovich: il brasiliano ha ancora 8 settimane di tempo per rimediare agli ultimi deludenti risultati<br />

Tira una brutta aria dalle parti di Stamford Bridge. Come se non fosse bastato il 3 a 0 subito da Cristiano Ronaldo e soci, ora ci si è messo anche il francese Anelka a soffiare sul fuoco che da tempo sta logorando l’avventura londinese del tecnico brasiliano Felipe Scolari. Secondo quanto riporta oggi il tabloid The Sun, il francese non avrebbe per nulla gradito la terza esclusione consecutiva dall’11 titolare, arrivando al muro contro muro con l’allenatore. La miccia sarebbe scoppiata durante l’allenamento di rifinitura prima del match contro lo United: alle parole di Scolari ad Anelka, “Ti mando in campo soltanto se giochi sulla zona sinistra dell’attacco”, il capocannoniere della Premier avrebbe seccamente rifiutato con un “o gioco al centro, o non se ne fa niente”. Ecco spiegata la faccia imbronciata di Anelka osservare i propri compagni essere ridotti in brandelli dalle reti di Vidic, Rooney e Berbatov. «Al momento non va bene niente e ci sono diversi dubbi sullo stile di Scolari», avrebbe inoltre rivelato una fonte interna allo spogliatoio al tabloid.

I malumori dei senatori. Ma i problemi per Scolari non finiscono qui. Già in passato John Terry e Frank Lampard, l'ossatura portante della squadra, avrebbero chiesto al manager di poter aumentare l'intensita' degli allenamenti, sentendo che alla squadra mancava la forza fisica degli anni passati, quella che non era mai mancata durante la gestione Mourinho. E nessuno avrebbe gradito la corsia preferenziale di cui può privilegiare Deco. In tutto questo Roman Abramovich era finora restato in silenzio, delegando le proprie responsabilità al direttore esecutivo Peter Kenyon e all'amico Eugene Tenebaum. Ora, però, anche il magnate russo sembra essersi allarmato dopo la sonora batosta di domenica pomeriggio contro il Manchester United. Domani il Chelsea incontrerà nel replay del terzo turno di FA Cup il Southend: una sconfitta, con conseguente eliminazione, aggraverebbe non poco la posizione del tecnico, che,secondo il Daily Express, avrebbe però ottenuto 8 settimane di tregua da Roman Abramovich. Crocevia della stagione diventa quindi la doppia sfida di Champions a cavallo tra febbraio e marzo. E una possibile esclusione dall’Europa sarebbe fatale al tecnico.