Il Chelsea applaude Terry Ancelotti «batte» Capello

Capello degrada John Terry e riceve il «Grazie» a larghi titoli sui giornali. Ancelotti gli lascia la fascia e il pubblico dello Stamford Bridge dedica al capitano un lungo ed emozionante applauso. L’Inghilterra si divide nel nome di un capitano e dietro due pifferai magici italiani. E ieri John Terry, pur inseguito da tabloid scatenati (sarebbero comparse altre 4 donne pagate per stare zitte, ma pure le accuse delle ex amiche a Vanessa Perroncel), ha ripagato il suo tecnico di club, smarcando Drogba per il primo gol del Chelsea contro l’Arsenal.
Drogba superstar, con una doppietta straordinaria che ha permesso ai Blues di sbarazzarsi dell’Arsenal e dimostrare che il titolo della Premier è storia a due. Il Manchester United è tornato ad essere un carro armato (5-0 al Portsmouth). Il Chelsea è un killer inesorabile: 4 partite e 4 vittorie senza subire gol contro le Top Four del campionato. Segno di prepotenza e grandezza calcistica: guida la classifica con 2 punti sul Manchester.
E se Capello sta raccogliendo applausi e ringraziamenti per aver ridato alla nazionale credibilità sul campo e stile fuori campo, Ancelotti sta dimostrando di essere il più degno antagonista di panca sia del ct sia di sir Alex Ferguson, lasciando che alla vita privata dei suoi giocatori ci pensino solo i tabloid.