Cheney: "Bin Laden è ancora vivo, abbiamo trenta giorni per prenderlo"

Il vicepresidente Usa: "Di tanto in tanto ci sono delle prove, una fotografia o qualche altro elemento che consente all'intelligence di stabilire che è ancora vivo"

New York - Il vice presidente degli Stati Uniti Dick Cheney non è in grado di dire se Osama bin Laden, il mandante delle stragi terroristiche dell’11 settembre 2001, sia ancora vivo. «Credo di sì», dice Cheney, intervistato da Chris Wallace per l’emittente Fox News. Il vice presidente sottolinea tuttavia che non sta esprimendo una certezza ma una supposizione. «Di tanto in tanto ci sono delle prove, una fotografia o qualche altro elemento che consente alla comunità di intelligence di stabilire che è ancora vivo».

A sette anni dall’inizio della guerra contro il terrorismo, Cheney ammette che avrebbe «preferito prendere bin Laden una settimana dopo l’11 settembre», ma ha tuttavia definito più importante il duro colpo che in questi anni il governo americano è riuscito a dare alla cupola di al Qaida. «Non è una certezza neppure se sia o no ancora alla guida dell’organizzazione». Non ha tuttavia escluso che il governo possa riuscirci: «ci sono ancora trenta giorni» alla fine del mandato a Washington del presidente George W. Bush.