Cherubini esce dal coma e vuole il gatto

Otto giorni di black out, terminati ieri pomeriggio con il breve risveglio, caratterizzato da qualche frase confusa, forse riferita alla partita dello scorso 13 aprile: è l'inizio di una storia che sembra avviarsi verso il lieto fine, quella del calciatore del Giulianova (serie C/1), Gianluca Cherubini, finito all'ospedale di Teramo per un'emorragia cerebrale che l'aveva colpito durante il match di campionato contro il Novara. Per Cherubini si è trattato del recupero dell'autosufficienza respiratorio-funzionale: poi l'arrivo dei genitori, Franco e Raffaella, la domanda su come stesse il gatto, e la visita della fidanzata Cristiana.