Chez Fantozzi prove generali di governo

da Roma

Metti una villa sulla collina romana di Monte Mario, i 65 anni del professor Augusto Fantozzi (ministro nei governi Prodi e Dini) e una cena di compleanno affollata di «big» del centrosinistra, con in prima fila l’aspirante premier, Romano Prodi. Questo lo scenario in cui sono andate in onda, qualche giorno fa nella Capitale, «le prove tecniche di governo dell’Unione». Una cena che forse, come si legge sul sito di gossip «Dagospia», se si tenesse tra un anno «potrebbe vedere il piazzale riempirsi di auto blu e lampeggianti».
Tra gli illustri commensali infatti, molti dei candidati in pectore a ricoprire posti di responsabilità nell’eventuale esecutivo guidato dal Professore: i coniugi Franco Bassanini (impegnato a difendere il Monte dei Paschi dagli attacchi dell’Unipol di Giovanni Consorte, sponsorizzato da Massimo D’Alema e Piero Fassino) e Linda Lanzillotta (in pole position per diventare la prima donna a salire sul ponte di comando dell’economia italiana), fiscalisti di grido come Victor Uckmar e grandi esperti di amministrazione pubblica come Sabino Cassese, Giuliano Amato (uno dei papabili per il Quirinale) e anche un viceministro per l’Economia in carica, Giuseppe Vegas.
Dulcis in fundo lo stesso Augusto Fantozzi: titolare delle Finanze nel governo Dini e del Commercio con l’estero con Prodi, la recente nomina a consigliere dell’Enel lo posiziona automaticamente, nel caso di vittoria elettorale dell’Unione, tra i favoriti per la nomina al vertice del colosso dell’energia elettrica.