Chi è

Giuliano Boccali è autore di numerosi libri sull'India e la sua cultura. L'ultimo, pubblicato recentemente da Electa, si intitola «Induismo» (pagg. 336, 20 euro) ed è un catalogo ragionato delle principali voci attraverso cui la spiritualità del subcontinente si esprime da millenni, dalle misteriose origini legate alla civiltà della Valle dell'Indo alla supposta invasione di gente indoeuropea intorno al 1200 a.C., per arrivare a Gandhi e ai giorni nostri, alle norme alimentari e ai riti quotidiani di cui è scandita la vita dell'indù. Nel compilare un libro che risulta notevole, anche dal punto di vista iconografico, per comprendere una civiltà sfuggente allo sguardo occidentale, Boccali si avvale dell'aiuto di Cinzia Pieruccini, professore associato di Indologia all'Università degli Studi. Ritroviamo i due autori, insieme ad altri, in un libro Einaudi («Passioni d'Oriente, eros ed emozioni in India e Tibet«, pagg. 244, 18.50 euro) in cui Boccali si occupa di teatro e letteratura indiana, mentre la Pieruccini, nel saggio «Kamasutra e dintorni», mette chiarezza in un argomento sovente equivocato in Occidente. Curatore del libro, con Boccali, è Raffaele Torella, sancritista dell'Università La Sapienza di Roma, grande esperto di tantrismo.