Chi è La giovane Noemi e il Cavaliere-«papi»

Un compleanno «indimenticabile», anche se le è costato un risveglio al centro delle polemiche per la visita a sorpresa del premier. Lei, Noemi Letizia, napoletana, 18 anni appena compiuti, tira dritto. Per lei Berlusconi è sempre un «papi»: «Sì, lo chiamo presidente, ma qualche volta mi scappa “papi”, secondo al mio papà, ovvio». Come è stata la serata? «Non sapevo che sarebbe comparso così dal buio della sala». Erano le 22, ricorda la ragazza. «Gli invitati stanno dentro, io arrivo dopo: mi presentano al microfono, nel buio. Ovazione. Poi vedo mamma con gli occhi che le brillano, mi dice “c’è una sorpresa”: Luci spente, si apre la porta, eccolo, vedo papi». Quindi il regalo, un collier.
Da Varsavia anche Berlusconi ha raccontato la sua visita lampo al compleanno di Noemi: «Avrò fatto non so quante fotografie. Sono passato, volevo solo fare un brindisi, sono rimasto solo perché tutti hanno chiesto di farsi fotografare con me e perché dovevo partecipare a una riunione politica a Napoli». Le polemiche? «Una strumentalizzazione veramente assurda. Suo padre lo conosco da anni, è un vecchio socialista, ed era l’autista di Craxi». Allusioni e dietrologie non hanno fatto perdere al premier il gusto per la battuta: «Se mi facessi dare, come dicono sempre i miei, dieci euro per ogni foto, guadagnerei di più rispetto a Mediaset».