«Chi guiderà Expo? Decideremo insieme»

Roberto Formigoni è soddisfatto dello stop al decreto sull’Expo. «L’importante non è saltare sul primo treno che passa ma prendere il treno nella direzione giusta» dice il presidente della Regione, convinto che si arriverà a una soluzione entro settembre. Sulla scelta dell’amministratore, il governatore è convinto che sia necessario decidere tutti insieme: «Quando si è coinvolti in diversi enti pubblici, la regola è l’unanimità, una scelta che metta d’accordo tutti, non un’imposizione da parte di qualcuno». Quanto all’identità degli amministratori, «è presto per fare nomi».
Formigoni definisce «ottimi e di grande collaborazione» i rapporti con il sindaco Moratti e parla anche del simbolo dell’Expo 2015: «Il segno distintivo non sarà una Torre ma le infrastrutture di collegamento. Come simbolo mi piacerebbe la Bei, la Biblioteca europea multimediale». Lancia un appello agli imprenditori: «Partecipino con progetti e investimenti». E rassicura la Lega sul rischio che venga trasmesso un messaggio di porte aperte agli immigrati: «Non vedo questo pericolo, sarà un via libera alle relazioni internazionali. Il problema dell’immigrazione va regolato con una politica europea di quote di ingresso e di quote per aiutare gli extracomunitari a casa loro».