Chi ha detto crisi? A Dubai una festa da oltre 20 milioni di dollari

All’inaugurazione del super hotel di lusso Atlantis The Palm invitati 2.000 vip, star di Hollywood. E i fuochi d’artificio faranno concorrenza a quelli delle Olimpiadi di Pechino<br />

aa chi ha parlato di crisi? Oggi a Dubai è festa grande e assai costosa. L’occasione è l’inaugurazione dell’Atlantis, The Palm hotel, un albergo di super lusso costruito su un’isola artificiale a forma di palma. Sono due torri orientaleggianti rosa pastello unite da un ponte in cui sono costruite due suite, da 35 mila dollari a notte. Contro la recessione, la ricetta dei costruttori della Nakheel, la società che ha in mano molti altri progetti negli Emirati arabi, è costruire un albergo da 1,5 miliardi di dollari e 1.539 camere e inaugurarlo con una festa da 20 milioni di dollari, 2.000 vip invitati e fuochi d’artificio che, secondo fonti dell’organizzazione, saranno sette volti più spettacolari di quelli dell’apertura delle Olimpiadi a Pachino, ad agosto.

Al super party gli invitati d’onore sono, tra i molti, gli attori Robert De Niro e Denzel Washington la regina del talk show americano Oprah Winfrey, la cantante Janet Jackson, la star di Bollywood Prianka Chopre e Kylie Minogue, artista australiana che sarà la voce della serata. La stampa araba parla già della “festa del decennio”. Ma la Nakheel, che in realtà aveva iniziato la costruzione dell’hotel di lusso ben prima del crollo di Wall Street, ha fatto sapere da qualche settimana che, nonostante lo storico party, anche le sue attività sono state toccate dalla crisi e che quindi ridimensionerà dopo i fasti inaugurali i suoi progetti. E anche se Dubai ha annunciato che, nonostante il brutto momento finanziario continuerà a investire nel mattone, i prezzi dell’immobiliare, in boom da diversi anni, sono scesi del 4 per cento da settembre a ottobre.