Chi può entrare in cabina accompagnato

Il Comune ricorda che gli elettori affetti da infermità, non vedenti, o comunque affetti da impedimento di gravità tale da non consentire l’autonoma espressione del voto possono avvalersi dell’assistenza in cabina di un elettore della propria famiglia o di un altro accompagnatore di fiducia se iscritti nelle liste elettorali di un Comune della Repubblica. L’elettore non deve procurarsi la necessaria documentazione (certificazione medica, tessera elettorale, documento di identità) in occasione di ogni consultazione, ma può richiedere agli uffici di corso Torino l’annotazione del diritto di voto assistito sulla tessera elettorale, con l’inserimento di un codice apposto nel rispetto delle norme sulla riservatezza.