«Chi» pubblica le foto di Barbara Berlusconi

Lo aveva detto e lo ha fatto. «Mia figlia Barbara farà pubblicare le sue foto per dimostrare che non c’era nulla di scandaloso». Parola di Silvio Berlusconi. E scherzando aveva anche aggiunto che le avrebbe messe all’asta, per «rifarmi di un po’ di quei 20mila euro». Cioè il denaro che la famiglia Berlusconi ha pagato, attraverso l’addetta stampa Miti Simonetto, per togliere dal mercato quegli scatti rubati da un fotografo della scuderia Corona all’uscita da una discoteca.
L’asta non c’è stata, ma le foto sono state rese pubbliche davvero. Alcuni scatti sono stati mostrati ieri sera nel corso della puntata di «Porta a Porta». E il servizio fotografico sarà pubblicato martedì dal settimanale Chi. La copertina e cinque pagine, con le immagini che secondo la procura di Potenza sarebbero state usate per un’estorsione. La pubblicazione delle immagini pone fine a ogni illazione. Nelle foto si vede la figlia del Cavaliere vestita con un tubino bianco con alcuni amici all’uscita da un famoso locale milanese. In alcune immagini un giovane le cinge la vita in un atteggiamento che al massimo può essere definito affettuoso, ma che magari, «forzato» ad arte da un giornale di gossip, avrebbe potuto creare imbarazzo.
Niente di più, niente che non rientri nel normale atteggiamento di una ragazza di 22 anni. Nel servizio che accompagna le foto sul settimanale Chi, la giovane Berlusconi conferma ciò che aveva già detto nei giorni scorsi: «Non sono stata ricattata perché non ero ricattabile». E spiega che non voleva veder pubblicate quelle foto, sostanzialmente perché non le piaceva come la ritraevano. Sta di fatto che sono le prime immagini a essere pubblicate, tra quelle al centro della bufera giudiziaria provocata dall’inchiesta della procura di Potenza. E dopo tanti moralismi sul caso Sircana, tutti le ripubblicheranno e ne parleranno.