Chi si nasconde dietro gli attacchi

Due attacchi e due rivendicazioni. Dietro alle quali si nascondono due sigle diverse, ma lo stesso intento terroristico e il «no» agli accordi di pace. Ecco che cosa sta dietro alla «Real Ira» e alla «Continuity Ira», le organizzazioni che in tre giorni hanno fatto ripiombare l’Ulster nei suoi peggiori incubi. La Real Ira fu fondata dopo che alcuni militanti della Provisional Ira - il braccio politico e più numeroso del partito politico repubblicano Sinn Fein - lasciarono il gruppo con una dozzina di altre persone in polemica con la decisione del partito di aprire il dialogo con il governo britannico e irlandese. Da allora è l’organizzazione più attiva contro gli accordi di pace e ha firmato l’attentato di Omagh del 1998 (29 morti per una bomba). La Continuity Ira nasce da una separazione interna allo Sinn Fein che risale al 1986. L’organizzazione è diventata attiva dopo la dichiarazione di cessate-il-fuoco del 1994 della Provisional Ira e quando il partito decise che non avrebbe più boicottato il Parlamento nord-irlandese. È contraria a qualsiasi accordo che non contempli un’Irlanda unita.