Chi sono i vincitori del «Nobel» italiano

L’economista e sociologo americano William J. Baumol, 83 anni, professore emerito della Princeton University, è il vincitore del premio internazionale «Antonio Feltrinelli», dotato di un assegno di 250.000 euro, il più ricco in Italia. Baumol è stato premiato per le sue ricerche nel campo delle scienze economiche e sociali, quale teorizzatore e pioniere dell’economia dell’arte e dell’ambiente. La sezione riservata ai cittadini italiani è stata vinta invece da Lea Ritter Santini, per la storia delle letterature europee (è professoressa di letteratura tedesca e letterature comparate all’Università di Munster, in Germania), da Carlo Ginzburg per le scienze storiche (insegna all’Università di Siena e in quella della California); da Vincenzo Buonocore per il diritto (ex rettore dell’Università di Salerno) e da Carlo Poni per la storia sociale, demografica ed economica (è professore emerito dell’Università di Bologna). Ognuno dei vincitori italiani riceverà un assegno di 65.000 euro ciascuno. I premi «Feltrinelli», assegnati dall’Accademia dei Lincei, sono i più ricchi per dotazione nel nostro Paese e sono considerati, quindi, una sorta di «Nobel» italiano.