Chi sono Quelle bande di violenti che giocano con l’alcol e i coltelli

Nuclei composti da una ventina di persone o poco più, alleanze variabili e violenza cieca, che sfocia in agguati e duelli: è questo il volto delle gang di sudamericani a Milano. Le più famose sono la Ms-13 (Mara Salvatrucha), i Latin Kings, i Trinitarios, i Forever e i Chicago, alla quale pare appartenessero i ragazzi che sabato hanno ucciso il nordafricano a via Padova, provocando una vera rivolta. Ragazzi di strada, tra i venti e trent’anni, a volte anche più giovani, che emulano le gesta dei loro «fratelli» lungo le strade di Los Angeles e nei barrios sudamericani, da cui mutuano simbologie, nomi e abitudini. Quella dei Chicago è la gang considerata più calda e violenta della città, formata da giovanissimi.