MA CHI TUTELA I PADRI SEPARATI?

Cara «ex contessa, ex duchessa, ex marchesa ed ex moglie, ma ancora fortemente madre e donna», è chiaro che nessuno di noi vuole ironizzare su una delle situazioni più drammatiche della vita: la rottura di un matrimonio, ma soprattutto gli strascichi che questa si porta dietro. Strascichi che, quasi sempre, colpiscono i più indifesi: i figli.
Ed è altrettanto chiaro che siamo con lei nel denunciare i «padri-bambini», uomini che non hanno mai imparato a crescere, capaci solo di farsi mantenere dalle famiglie di origine, che li coccolano nella bambagia e che vigilano attentamente (...)