«Chi viene con noi lo fa per i valori, rinunciando ai privilegi»

Alfredo Pallone, capogruppo alla Regione Lazio di Forza Italia-Pdl, sull’onda del successo del centrodestra il gruppo degli azzurri ha raccolto nuove adesioni e si trova a svolgere un ruolo sempre più cruciale anche alla Pisana. Quali le prospettive nell’immediato?
«Forza Italia alla Regione si è lasciata alle spalle definitivamente la crisi degli anni scorsi e i problemi del passato. Oggi siamo più che mai un gruppo numeroso, compatto e agguerrito. Ritengo che se il Pdl oggi rappresenta il centro del cambiamento nella nostra società, ciò si deve ai valori politici messi in campo dal presidente Berlusconi».
Fra le nuove adesioni a Fi-Pdl spicca quella di Massimiliano Maselli. Che tipo di scelta è stata la sua?
«Voglio sottolineare che Maselli ha rinunciato a tutti i privilegi e ai benefit che aveva come capogruppo dell’Udc, dall’auto blu all’ufficio stampa, senza chiedere niente. Ha aderito al gruppo Fi-Pdl anteponendo i valori della politica in cui crede al resto. Maselli ha dimostrato che l’antipolitica si combatte proprio con la politica. Devo dire anche quando c’era tensione a livello nazionale fra i nostri partiti, i rapporti fra noi sono stati sempre ottimi. Insieme abbiamo fatto la battaglia per la soppressione delle comunità montane, per il contenimento della spesa sanitaria. Continueremo».
Non tutti si comportano come Maselli...
«In effetti c’è chi fa il contrario, con continui salti della quaglia che servono solo a garantirsi privilegi personali. Oppure per moltiplicare poltrone e incarichi. Tipico della sinistra».
Il sindaco Alemanno ha rinunciato alle due auto blu di rappresentanza. Che ne pensa?
«È un messaggio alla gente. Alemanno ha compreso perfettamente il clima e le attese degli elettori dopo il voto. Il Paese attraversa un momento difficile, perché ha ereditato una situazione finanziaria spaventosa. Lo stesso al Comune, con un indebitamento di oltre 9 miliardi di euro. Quello di Alemanno è un gesto che significa: si volta pagina».
Alla Regione quante auto blu ci sono?
«Certamente troppe. Ma non è solo questione di auto blu. Sono curioso di sapere quanto spende, per esempio per la comunicazione il sindaco di Roma, una delle città più importanti del mondo, e quanto per la stessa cosa, ovvero staff, strutture e uffici, il presidente della Regione Marrazzo».