Il Chianti? È buono e fa anche bene

L’accostamento è perfetto, anche se per una volta il binomio tradizionale salta: non è piatto e vino, ma vino e solidarietà, e forse il gusto, così, raddoppia. Metti una sera, quella di mercoledì 16, poco prima e poco dopo l’ora di cena, dalle 18 alle 22 per il puntiglio di chi vuole sgomberare l’agenda. Prendi due protagonisti di sicura fama: il Gambero Rosso e il Consorzio di uno degli orgogli di casa Italia, uno dei vini più conosciuti e bevuti al mondo, il Chianti. Insieme, a braccetto, daranno vita a una degustazione ampia e gratuita che animerà la Città del gusto di via Enrico Fermi. Si potranno assaggiare le gemme dei migliori produttori toscani e, contemporaneamente, oltre al palato, gratificare la coscienza: durante la serata, al prezzo fisso di 5 euro, sarà infatti possibile acquistare le bottiglie di Chianti. E l’intero ricavato andrà alla Fondazione ospedale pediatrico Meyer di Firenze, una realtà che ha fatto del sostegno psico-pedagogico ai bambini malati e alle loro famiglie la sua missione principale.
Con il suo colore rosso rubino, che tende al granato con l’invecchiamento; con il suo sapore armonico, asciutto, sapido, leggermente tannico e il suo odore intenso, il Chianti può essere consumato come vino giovane e fresco, ma è ben nota pure la sua vocazione a un lungo e medio invecchiamento, durante la quale matura ed esalta tutte le sue caratteristiche. È insomma la sua enorme duttilità una delle principali qualità che l'ha trasformato un’icona, presente sulle tavole di tutto il pianeta. Ma sarebbe parziale inciampare nelle generalizzazioni: il Chianti, pur conservando quella marcata impronta data dai grappoli scuri del Sangiovese, si declina in una serie di sottozone che ne marcano un’identità ricca di sfumature. Per conoscerle, sempre mercoledì 16 alla Città del Gusto, dalle 19 alle 20, è in programma un seminario guidato dal direttore del Gambero Rosso, Daniele Cernilli. E poi, dopo il seminario, ci sarà ancora spazio per un calice di Chianti per regalare un sorriso. L’occasione perfetta per bere bene e, allo stesso tempo, fare del bene.
Per partecipare è necessario effettuare una prenotazione gratuita, collegandosi al sito www.gamberorosso.it.