Chiappori: un po’ onorevole, un po’ sindaco

«T’oh», chi si rivede. Spunta fuori dal cilindro quasi inaspettatamente. La Liguria nel centrodestra sarà rappresentata da un deputato in più. Nessun riconteggio dell’ultimo minuto, non ci sono resti da rimettere in ordine, questa volta la forza nuova per la nostra regione l’abbiamo trovata nelle liste lombarde. E’ la Lega Nord che ha scelto di far correre oltre appennino uno nato e operativo nell’imperiese.
Grazie, allora. Perché così in Parlamento potremo contare su un deputato in più. Giacomo Chiappori, vecchia conoscenza della Lega Nord ligure. Già deputato del movimento guidato da Bossi nella legislatura compresa tra il 1996 ed il 2001, torna a servire la causa dopo qualche anno passato da semplice militante e, soprattutto, da sindaco del comune imperiese di Villa Faraldi.
Sarà un caso ma proprio dove governa lui la Lega è il primo partito nel paese con il 24,9% dei suffragi: «C’è un contatto diretto tra me e i miei concittadini che porta ad una fiducia reciproca - racconta Chiappori- . Mi fa piacere che mi abbiano seguito». Deputato e sindaco la legge lo permette e Chiappori se la sente: «Sarò sindaco lunedì, venerdì e sabato. Negli altri giorni onorevole».
E sarà un onorevole in salsa ligure che da domani lavorerà solo per la sua regione: «Dovremo fare pressing tutti insieme- prosegue il leghista- perché si portino avanti le grandi opere che servono alla Liguria per lo sviluppo economico e turistico: Aurelia bis e Terzo Valico su tutti».