Chiede espulsione in cambio di pena

Condannato a due anni di carcere e a 2.000 euro di multa per il reato di sfruttamento della prostituzione, un albanese di 26 anni ha ottenuto la conversione della pena in espulsione dal territorio italiano. L'uomo, Alil S., ha ottenuto dal giudice per l'udienza preliminare Mariolina Panasiti, il patteggiamento. Tra il marzo 2004 e il maggio di quest'anno l'albanese ha indotto la propria compagna, una ragazza ucraina maggiorenne, a prostituirsi ripetutamente tra Milano e Prato. La giovane è ospitata in una comunità e ha chiesto il permesso di soggiorno per motivi di giustizia.