Chiede il pizzo alla «collega»

I carabinieri della compagnia Roma Montesacro martedì notte sulla via Salaria hanno arrestato una prostituta romena di 20 anni con l’accusa di sfruttamento della prostituzione e lesioni aggravate. La prostituta si faceva pagare periodicamente da una coetanea romena, 500 euro, consentendole di poter «lavorare» su quel tratto di strada, da lei già occupato. Al rifiuto della ragazza di consegnare i soldi richiesti, dopo averla minacciata, la donna ha estratto un coltello e l’ha colpita ferendola alle mani. Alla scena hanno assistito anche altre prostitute nelle vicinanze che hanno chiamato il pronto intervento dei Carabinieri. Dopo aver soccorso la giovane ferita, che è stata poi trasportata all’ospedale Sant’Andrea, i carabinieri hanno bloccando a breve distanza dal luogo dell’aggressione l’altra rumena, che è stata arrestata ed accompagnata al carcere femminile di Rebibbia.