«Chiediamo i danni a Santoro»

«Una vergogna. Il sindaco di Milano Letizia Moratti acquisisca la cassetta e chieda alla Rai i danni per la città dipinta come il Bronx». Il capogruppo comunale della Lega, Matteo Salvini, è balzato sulla sedia ieri sera davanti ad «Anno zero», il nuovo programma condotto da Michele Santoro su Raidue che, guarda caso, ha scelto di battezzare il rientro in tv con un lungo reportage-attacco su Milano, e non sulla «rossa» Bologna.
Per alcuni secondi, i riflettori sono rimasti puntati sull’enorme cubo al centro dello studio, poi l’inquadratura si è spostata sulla contessa Beatrice Borromeo, nel cast fisso della trasmissione, a cui Santoro ha «affidato» il compito di stilare l’attacco alla città: «Ho 21 anni - ha detto - e vivo a Milano. In tanti mi chiedono, in questi giorni in cui sono a Roma, se ho paura quando sono nella mia città. Mi capita di arrivare a Milano la sera tardi, magari alla stazione Centrale. Mi sento abbastanza tranquilla, ma sento che attorno a me cresce la paura, la diffidenza verso gli immigrati», ha sottolineato, riferendosi ai recenti casi di aggressioni e di violenze sessuali. «Da cosa dipende questa paura? Dipende dalla mancanza di una cultura comune: perchè chi vive a Milano e chi ci abita non devono sentirsi parte della stessa città?». Sono partite così le immagini di reportage sulla vita degli immigrati.