Una chiesa per i russi

Da ventisei anni Igumeno Dimitri guida la comunità di fedeli ortodossi che si riuniscono nella chiesa di via Giulini: «La Pasqua per noi è una festa quasi più importante del Natale: è stata come sempre molto seguita dai fedeli, soprattutto nella notte della vigilia, con la processione, la benedizione delle uova rosse e dei dolci». Per la comunità russa, in crescita e formata perlopiù da ucraini, ci sarà presto anche una nuova chiesa, a San Vito al Pasquirolo, grazie a un accordo con la Arcidiocesi di Milano: dalla Russia arriveranno nuovi sacerdoti.