«La Chiesa è una ricchezza»

Casini a Parma nega ci sia un’offensiva clericale in Italia

Non c’è alcuna offensiva clericale, parola del Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini che, in visita a Parma per un convegno di Federcasse, spiega: «Di offensiva clericale ne hanno parlato coloro che cercano di fare speculazioni elettorali. La Chiesa è una ricchezza per la comunità nazionale, per tutti, credenti e non credenti, laici e cattolici. Chi la vuole ascoltare lo può fare, chi non vuole si chiuda le orecchie». Casini non ha voluto commentare le dichiarazioni di Berlusconi sulla riforma della par condicio («non rispondo più perché le domande su questo argomento sono di una monotonia avvilente»), mentre ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dal governo in Europa, in particolare sulla vicenda dell’Agenzia alimentare europea che ha sede proprio a Parma: «Il Governo ha fatto bene. Berlusconi ha un grande merito: ha voluto l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare. C’è stata una trattativa molto aspra bisogna dare atto a Berlusconi di aver fatto un buon lavoro».
Casini al convegno di Federcasse ha affrontato anche i temi del credito, della stabilità del settore finanziario e del sistema delle imprese sottolineando che c’è stata «una profonda crisi di credibilità. Molte famiglie italiane stanno ancora scontando le conseguenze di vicende inaccettabili, come quelle dei bond argentini o del collocamento di titoli dal fallimento già segnato». Per questo Casini ha sollecitato ancora una volta il Parlamento «che da troppo tempo deve dare una risposta su un assetto legislativo del risparmio in grado di restituire sicurezza, fiducia e certezze a tutti».