Chiesa Valmalenco si prepara a ospitare i grandi dello snowboard

Non ci sono solo lo sci alpino e il fondo tra gli sport invernali. Tante sono le discipline cugine che appassionano gli amanti della montagna. In tal senso, per il secondo anno consecutivo Chiesa Valmalenco in Valtellina ospiterà le finali della Fis World Cup di snowboard. Le gare vedranno sfrecciare i campioni della tavola dal 19 al 22 marzo nelle tre specialità: half pipe, snowboarder cross e slalom parallelo. «Le montagne della Lombardia si sonfermano capitale mondiale dello snowboard», ha commentato alla presentazione dell’evento a Milano l’assessore regionale allo Sport Piergianni Prosperini.
Le finali, occasione anche di promozione turistica per la valle, accoglieranno migliaia di visitatori («contiamo di superare le ottomila presenze dell’anno scorso», ha detto Franco Vismara, presidente dello sci club Snow Eagle) per le evoluzioni degli atleti di oltre 35 nazionali, oltre agli eventi correlati: happy hour in quota, concerti e degustazioni. «La Valmalenco ha scoperto la sua vocazione con questo sport- ha aggiunto l’assessore allo Sport della Provincia di Sondrio, Elisabetta Ferro Tradati - che con la sua attrazione verso i giovani rappresenta un grande futuro».
La valle ospita la funivia più grande d’Europa e 40 km di piste di tutti livelli, tra cui le due «nere» disegnate da Gustavo Thoeni e Matteo Nana, oltre ai 14 km del comprensorio di Caspoggio e allo snow park inaugurato l’anno scorso. Per sfruttare appieno l’evento, sponsorizzato da Lg, il Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco sta studiando pacchetti di soggiorno low cost e agevolazioni per le scuole delle province di Sondrio e Milano.