Chiesta da An un’inchiesta a Tursi e Arte

I consiglieri regionale Gianni Plinio e comunale di Genova Giuseppe Murolo hanno chiesto l'apertura urgente di un’inchiesta a Palazzo Tursi e presso Arte al fine di conoscere le modalità, i criteri e il possesso dei requisiti per l'assegnazione della casa popolare in questione.
«È giusto e doveroso fare chiarezza su una assegnazione così particolare - hanno detto Plinio e Murolo -. Occorre verificare se esistevano e tuttora esistono i requisiti di legge per ottenere l'alloggio comunale. Da tempo andiamo denunciando l'assegnazione di case popolari a soggetti che sembrano non averne titolo. È scandaloso che, a fronte di migliaia di nuclei familiari genovesi aventi diritto (lavoratori dipendenti, pensionati, ceti meno abbienti) e che da anni sono in attesa di una casa popolare si apprenda, grazie ai carabinieri, che l'amministrazione comunale di Genova l'abbia generosamente e rapidamente assegnata alla cosiddetta “regina degli zingari” con familiari intestatari di conti correnti miliardari». I due rappresentanti di An invitano i cittadini a far sentire la loro voce alle istituzioni, a non subire l’ennesima beffa a favore degli zingari.
Sempre da An, dal consigliere del Municipio Valpolcevera Alessio Bevilacqua, arriva una dura presa di posizione contro quella che sta diventando una triste costante: Begato e tutta la zona circostante viene spesso «paragonata al Bronx». «Sono stanco di questo accostamento - tuona Bevilacqua -. I cittadini meritano rispetto, e le istituzioni devono intervenire per dare garanzie agli abitanti, impedire che per colpa di qualcuno il quartiere faccia brutte figure».