Chiesta per Marzoli la squalifica a vita

Roma. Nell’ambito dell’inchiesta «Oil for Drug» la Procura Antidoping del Coni ha chiesto la squalifica a vita per Ruggero Marzoli, corridore tesserato nel 2007 per il team Tinkoff. Marzoli, 31 anni, azzurro da dilettante, è incorso nella seconda violazione della normativa antidoping: una situazione che può determinare la massima sanzione. La Procura ha inoltre chiesto la sospensione per tre mesi dalle gare di Simone Masciarelli per le sue frequentazioni col medico Luigi Santuccione, squalificato a sua volta a vita due giorni fa per la somministrazione di sostanze vietate agli atleti.