Chiesti 2 miliardi di danni a Ubs e Db

Parmalat

Parmalat ha avviato una richiesta di risarcimento da oltre 2 miliardi di euro nei confronti degli istituti di credito Ubs e Deutsche Bank. L’azione risarcitoria è relativa a fatti avvenuti nel corso del 2003. Nel mirino di Parmalat ci sarebbero le obbligazioni emesse dagli istituti di credito per il gruppo alimentare ottenendo in cambio il ruolo di advisor in alcune operazioni che aveva in corso la società di Collecchio. Parmalat aveva già chiamato in causa i due istituti di credito, esattamente un anno fa. All’inizio di agosto del 2004 infatti erano state comminate due azioni revocatorie: una a Ubs, per 290 milioni di euro per un’operazione finanziaria legata al banco Totta, e una a Deutsche Bank per 17 milioni di euro per operazioni effettuate sempre nel 2003. Dal canto loro le due banche hanno dichiarato che la richiesta di risarcimento è priva di fondamento e si dicono pronte a difendere la loro posizione.